........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

YouTube player

Robot e macchinari: ci sono gli ordini ma mancano i chip. E la filiera si ferma #adessonews

«Anche con la pancia piena si può andare in crisi». Riccardo Cavanna, presidente dell’impresa di famiglia di Prato Sesia (Novara), 60 anni di storia e 80 milioni di fatturato, leader nella costruzione di macchine per il packaging a basso costo, riassume in una sola frase la situazione della meccanica strumentale, i costruttori dei sistemi che servono per produrre, gli industriali degli industriali. Un settore di punta del made in Italy che nel 2021 ha fatto registrare il record di fatturato, 50,3 miliardi di euro (+20% sul 2020), e avrebbe ancora ordini per continuare a crescere anche nel 2022. Non fosse che, per confermare il più trito dei luoghi comuni, può bastare un granello di sabbia per inceppare anche un meccanismo perfetto.

Il granello, diventato nel frattempo un macigno, è la carenza di componentistica elettronica iniziata nel 2021 e che ora le imprese faticano a a tamponare in un’escalation che le ha costrette a portare i tempi di consegna, da due a quaranta settimane per le macchine più semplici e da quattro a dodici mesi per le più grandi e sofisticate. Con una serie di problemi a cascata da gestire: l’affitto di capannoni per custodire le macchine pronte ma non consegnabili; la riprogrammazione della logistica; la gestione dei prezzi (stabiliti a un anno dalla consegna ma resi obsoleti dal boom dei costi dei componenti); il crollo dei margini; il rischio di crisi di liquidità per i mancati incassi; la gestione del bilancio e degli ammortamenti. In una parola: ripensare l’azienda.

Boom degli ordini, carenza di chip

«Tra settembre e dicembre del 2021», racconta Giambattista Pedrini, presidente della Pedrini di Carobbio degli Angeli (Bergamo), 70 milioni di euro di fatturato e 120 dipendenti, azienda attiva nella costruzione di macchine per la lavorazione di marmo e pietre, «dopo la frenata per i timori del Covid, abbiamo avuto un boom di ordini e abbiamo iniziato le procedure di produzione. C’era già la crisi di offerta di componentistica elettronica, ma contavamo di reperire il materiale durante la lavorazione».

Per comprendere come opera un’azienda della meccanica strumentale – Pedrini è un esempio tipico, presente in sessanta Paesi nel mondo, dalla Cina agli Stati Uniti, dalla Turchia all’Egitto, dal Brasile all’Etiopia («dove c’è una cava, noi ci siamo», semplifica il presidente) – è necessario partire dalle dimensioni delle macchine. Un sistema completo è lungo fino a 150 metri e viene ultimato in blocchi su una linea di produzione continua. Una volta terminato il lavoro, per spedire la macchina sono necessari da dieci a quindici container. Ecco perché, ricevuto un ordine, è necessario avviare subito la lavorazione. Anche se non c’è la disponibilità di tutta la componentistica necessaria. In tempi normali i pezzi arrivano work in progress.

Scopri di più

I problemi iniziano quando i fornitori,le più grandi multinazionali del settore, da Siemens ad Abb, ampliano i tempi di consegna di consegna da venti giorni a 10-12 mesi. Succede che l’intera macchina, con valori che nel settore vanno da 500mila euro a cinque milioni di euro, è pronta ma non può essere consegnata perché manca una scheda o un inverter da 100-200 euro che non si trova. «Ci è capitato – racconta Pedrini – di dover parcheggiare la macchina pronta all’interno dello stabilimento, in corsia, per fare spazio sulla linea agli altri sistemi in lavorazione. Ma ci è capitato anche, e succede sempre più spesso, di cercare e trovare online, su eBay o Alibaba, i pezzi originali, con tanto di certificazione, che le multinazionali fanno fatica a fornirci ma a prezzi fino a venti-trenta volte più alti. Incredibile come possa succedere, anche se ci ha consentito di completare alcune macchine, ma erodendo i margini».

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.ilsole24ore.com/art/robot-e-macchinari-ci-sono-ordini-ma-mancano-chip-e-filiera-si-ferma-AEnLithB”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.